Statistiche Tradimenti in Italia Uomini e Donne [2021]

Parliamo di statistiche di tradimenti! Ebbene sì, la monogamia è quasi un ricordo lontano per molte coppie, ma chi è più infedele fra gli uomini e le donne?

Lo scopriremo insieme leggendo questo nostro approfondito articolo sull’ argomento.

Dopo aver affrontato più sfaccettature della macrocategoria del tradimento, domandandoci  come tradire il marito e la moglie senza essere scoperti , come trovare un amante ed elencato i 7 migliori siti di incontri per sposati più quotati di sempre, oggi ci concentreremo su:

  1. Statistiche tradimenti in Italia
  2. Conseguenze del tradimento
  3. Dove si tradisce nel 2021 in Italia

La prima domanda che ci incuriosisce sempre è capire se tradiscono più gli uomini o le donne; in realtà, sarebbe più opportuno partire dal generale, concentrandoci maggiormente sulla percentuale dei tradimenti. Poi, tutto il resto. Pronti?

Quali sono le statistiche dei tradimenti in Italia?

Uno studio condotto dall’Osservatorio Europeo sull’Infedeltà ci mostra quanti tradimenti ci sono in Italia e dimostra che rispetto agli anni precedenti il tasso di infedeltà è lievemente inferiore; specificamente, dalle statistiche dei tradimenti in Italia era emerso che almeno una donna su tre avesse tradito il proprio marito almeno una volta in tutta la sua vita; a parti inverse, i maschietti erano più cattivelli, perché almeno uno su due aveva avuto una relazione adulterina nell’arco della sua vita.

Ore le cose sembra siano cambiate, con donne che tradiscono: percentuale al 75%; uomini che tradiscono: percentuale 25%. Cos’è successo? Se guardiamo più in là nel tempo, ci rendiamo conto di quanto fosse diverso il modo di intendere il ruolo femminile in una coppia e, di riflesso, della sua sfera sessuale. Un vero tabù, di cui non era consono parlare anche perché pressoché inesistente se non in subordinazione del marito.

La liberalizzazione del corpo, specie quello femminile ha messo in chiara luce che non è affatto una questione di subordinazione, bensì di compartecipazione. Premesso ciò, non ci dobbiamo stupire se le donne vivono oggi con molta più disinvoltura la propria vita sessuale, e che ciò potrebbe comprendere anche i tradimenti. Che poi siano immorali o meno, sia quelli maschili che femminili, restano opinioni.

Il dato di fatto evidenza un aumento di tale comportamento, ma che tuttavia si porta dietro ancora uno strascico del passato: l’inaccettabilità sociale.

Non fa mai piacere scoprire un tradimento, e il tutto si basa sempre sulla più assoluta segretezza; fin qui tutto chiaro, ma nel caso delle donne le conseguenze che ne deriverebbero, qualora scoperte, sono ancora le peggiori. I tradimenti femminili continuano a essere quelli più bistrattati, e chissà se il marchio sarà mai tolto.

Quali sono le conseguenze del tradimento?

Non fa mai piacere scoprire un tradimento. Un altro fattore che, però, emerge dalle statistiche tradimenti è che ne esistono varie tipologie, o meglio, ci sono diversi motivi alla base di un tradimento; di alcuni, ne abbiamo parlato in quest’articolo (link in uscita “perché si tradisce”). Abbiamo capito che le reazioni possono essere di due macro-tipi:

  • Il tradimento si trasforma in una relazione parallela stabile e duratura nel tempo, se non in una vera storia d’amore
  • Il tradimento può restare una scappatella occasionale e non per forza sempre con la stessa persona

In ogni caso, le conseguenze all’interno della coppia scoprendo il tradimento non sono mai semplici; alcuni lo vivono come vero e proprio trauma che se non correttamente metabolizzato e superato può condizionarne la vita. Probabilmente si tratta della reazione peggiore, perché anche in relazioni future non ci si sentirà mai veramente a proprio agio, palesandosi per ogni minimo sentore il fantasma dell’infedeltà.

Un’altra conseguenza, di solito la più comune, è la rottura del rapporto, soprattutto nel caso di tradimenti seriali. L’uomo o la donna traditi non sono in grado di accettare l’infedeltà, preferendo una relazione essenzialmente monogama.

A tal proposito le statistiche sui tradimenti parlano anche di un aumento del tasso dei divorzi negli ultimi anni; la ragione principale della tentazione? Sembrerebbe essere il tradimento virtuale in ogni sua forma. L’argomento di per sé merita un approfondimento, perché risponde alla domanda “dove si tradisce?”.

Il 58% di ambo i sessi ha poi affermato di tradire pur continuando ad amare il proprio partner, e che in generale non vogliono cambiare nulla della vita matrimoniale anche per non guastare la tranquillità dei figli.

Statistiche tradimenti: on/offline

Sui luoghi dove gli amanti si possono appartare c’è tutta una bella e lunga letteratura da consultare. All’alba del 2021, in alcuni casi, non c’è bisogno nemmeno di incontrarsi da vicino; l’internet è un posto meraviglioso che mette a nostra disposizione tutto ciò che vogliamo. Nel caso di specie, parliamo sia di siti di incontri che di tradimenti virtuali e platonici come il sexting e lo scambio di materiale piccante.

I siti di incontri sono però più gettonati. Da chi sono frequentati? Sia da uomini che donne, le chat per spostati sono in continua crescita e mettono in contatto coniugi in cerca di relazioni extra senza necessariamente rompere i rispettivi matrimoni.

Dopo quanti anni si Tradisce?

Altri dati dalle statistiche tradimenti riguarda il periodo temporale in cui si tradisce di più in un matrimonio. Tanti anni passati insieme possono portare alla perdita della complicità; ci si comincia a dare per scontati e vengono meno le attenzioni reciproche.

Se poi a questo aggiungiamo le preoccupazioni quotidiane, lo stress accumulato sul lavoro e incomprensioni varie, il pericolo di una lunga vita matrimoniale è che si tramuti nella convivenza forzata di due perfetti sconosciuti poco più che coinquilini ma legati da rispettivi obblighi.

Sembra un quadro infernale, ma a qualcuno è successo. Eppure, non è nemmeno l’unico occhio con cui misurare la percentuale dei tradimenti, in quanto l’infedeltà può arrivare random in qualunque momento; se proprio vogliamo dirla in numeri, dalle statistiche tradimenti è emerso che il 58% degli uomini e il 46% delle donne sono più propensi a tradire fra il terzo e il nono anno di matrimonio.

Concludiamo la nostra analisi dei dati sull’infedeltà parlando delle statistiche tradimenti assolutamente immaginari. Sono i più simpatici, simili al platonismo, il 51% delle donne a quanto pare ha immaginato di tradire il marito almeno una volta nella vita.

Leave a Reply